CLOSE

This website uses cookies. By closing this banner or browsing the website, you agree to our use of cookies. CLOSE

TERMINI DA SAPERE

Multirischio: Polizza che prevede la copertura di più rischi, per esempio furto, incendio e rc della vita familiare

Naspi: La Naspi (Nuova assicurazione sociale per l'impiego) è un'indennità mensile di disoccupazione, introdotta nel 2015, che sostituisce le precedenti Aspi e MiniAspi in relazione ai casi di disoccupazione involontaria che si sono verificati dopo il primo maggio 2015

Nota informativa: Sezione del fascicolo informativo che illustra le caratteristiche del contratto assicurativo

Nuovi iscritti: Lavoratori dipendenti assunti alla previdenza complementare dopo il 28 aprile 1993: se s’iscrivono alla previdenza complementare vi destinano l’intero Tfr.

Opzione donna: Meccanismo che, in presenza di determinati requisiti, consente alle lavoratrici di andare in pensione prima degli uomini

Pensione supplementare: I soggetti già titolari di un trattamento di quiescenza (Inps e altri fondi, comprese le casse dei liberi professionisti) che non raggiungono i requisiti minimi per la liquidazione della rendita presso una gestione previdenziale, hanno diritto a una pensione supplementare in aggiunta a quella già in atto. Per la pensione supplementare, a prescindere dalle annualità di contribuzione versata, è richiesto il requisito minimo di età previsto per la vecchiaia

Perequazione automatica (delle pensioni): Adeguamento delle pensioni in base al costo della vita. Avviene una volta l'anno, nel mese di gennaio, tenendo conto delle variazioni dell'indice medio dei prezzi al consumo per famiglie di operai e impiegati calcolato dall'Istat.

Perito: Professionista che viene incaricato dalla compagnia assicuratrice di stimare il danno o i beni assicurati

Pil (Prodotto interno lordo): Indica la ricchezza prodotta dal paese. La rivalutazione delle pensioni calcolate con il sistema contributivo è agganciata alla variazione media del Pil degli ultimi cinque anni.

Pip (Piano previdenziale individuale): Forma pensionistica complementare offerta da compagnie d’assicurazione

Polizza: E' il documento che comprova il contratto di assicurazione: una copia dev'essere rilasciata all'assicurato

Polizza (proposta di): Documento che precede la stipulazione del contratto vero e proprio

Portabilità: Possibilità di trasferire il montante individuale da una forma pensionistica ad un’altra: è possibile dopo almeno due anni dall’iscrizione

Precoci (lavoratori): Si veda “quota 41”

Premio: Rappresenta la contropartita della garanzia prestata dalla società: dev'essere versato alle scadenze stabilite dal contratto

Premorienza: Morte dell'assicurato prima della scadenza del contratto

Prestazione: Somma che la compagnia liquida quando si verifica l'evento previsto dal contratto: indennizzo o risarcimento nelle coperture danni, capitale o rendita vitalizia nelle polizze vita

Prestazione definita: Fondo pensione in cui l'ammontare dei contributi dipende dalla prestazione che si vuole ottenere alla scadenza

Preventivatore: Strumento di comparazione delle tariffe rc auto: è realizzato dall’Isvap (l’Istituto di vigilanza sul settore assicurativo) ed è disponibile sul sito www.isvap.it

Previdenza complementare (o integrativa): Sistema che affianca quella di base a carattere obbligatorio: è a carattere volontario e si realizza attraverso i fondi pensione, chiusi e aperti, oppure i Pip (Piani previdenziali individuali)

Primo rischio assoluto: Meccanismo che consente all’assicurato di ottenere il risarcimento integrale dei danni subiti, sino alla somma assicurata

Primo rischio relativo: Meccanismo che si basa sull’indicazione nel contratto del valore dei beni; se al momento del sinistro questo è superiore alla somma assicurata si applica la regola proporzionale e l’indennizzo viene ridotto secondo la stessa percentuale

Progetto esemplificativo personalizzato: Documento che presenta una stima della pensione complementare attesa alla scadenza del programma

Proporzionale (regola): Riduzione del risarcimento che scatta quando al momento del sinistro il valore reale dei beni risulta superiore alla somma assicurata: si applica nelle coperture basate sulla formula a primo rischio assoluto

Pro-rata: Metodo di calcolo delle pensioni che si applica ai lavoratori con meno di diciotto anni di contributi al 31 dicembre 1995. Si applica il sistema retributivo per i periodi precedenti a questa data, e il contributivo per quelli successivi.

Questionario anamnestico: Modulo che il cliente deve compilare prima di stipulare una polizza malattia, e in cui deve dichiarare tutte le malattie che ha avuto in passato: se in malafede fornisce informazioni non veritiere, la compagnia assicuratrice può rifiutarsi di risarcirlo

Quietanza: Documento che comprova l’avvenuto pagamento del premio relativo alla polizza assicurativa

Quota: E’ l’unità di misura in cui è suddiviso il patrimonio delle forme pensionistiche complementari

Quota 100: Consente di ottenere la pensione anticipata a lavoratori dipendenti, autonomi e iscritti alla Gestione separata Inps che fra il 2019 e il 2021 maturano 62 anni di età e almeno 38 di contributi

Quota 41: Il pensionamento anticipato con “quota 41” può essere fruito soltanto dai cosiddetti “precoci” (coloro cioè che possiedono almeno 12 mesi di contributi da effettivo lavoro accreditati prima del diciannovesimo anno di età e che, per giunta, appartengono a una delle seguenti categorie tutelate: caregiver (chi assiste da almeno 6 mesi un familiare convivente, entro il primo grado - in casi specifici anche entro il secondo grado, portatore di handicap grave), invalidi civili dal 74% in su, disoccupati di lungo corso, addetti ai lavori gravosi, usuranti e notturni. Coloro che perfezionano i prescritti requisiti (41 anni di contributi, indipendentemente dall’età anagrafica), conseguono il diritto alla decorrenza del trattamento pensionistico decorsi tre mesi dalla maturazione degli stessi. Questi, quindi, percepiscono il primo assegno di pensione dal primo giorno di operatività bancaria del mese successivo all’apertura della relativa finestra mobile. Prendiamo come esempio un lavoratore precoce, invalido al 74%, a febbraio 2020 ha maturato 41 anni di contributi. Per via della “finestra”, ha incassato l’assegno Inps dal primo giugno 2020.