CLOSE

This website uses cookies. By closing this banner or browsing the website, you agree to our use of cookies. CLOSE

COME SCEGLIERE

La polizza vita può vincolarti anche per un periodo considerevole: perché possa esserti davvero utile è fondamentale che tu scelga il prodotto più adatto a te, alle tue esigenze e alla tua situazione personale e familiare. Prima di sottoscrivere la proposta che precede il contratto vero e proprio, dev’esserti consegnato il fascicolo informativo, che illustra tutte le caratteristiche del prodotto che stai per acquistare. Questo documento dev’essere disponibile in tutti i casi, anche se sottoscrivi la proposta sul Web: la compagnia, infatti, deve pubblicarlo sul proprio sito Internet. Il fascicolo informativo è composto a sua volta da varie parti, generalmente è molto lungo e scritto in “assicurese”: di solito, però, c’è un glossario con la spiegazione dei principali termini tecnici. Leggerlo tutto può richiedere parecchio tempo, ma è assolutamente consigliabile esaminare con attenzione almeno la scheda sintetica, redatta secondo uno schema uniforme predisposto dall’Ivass, che contiene le informazioni essenziali su caratteristiche, garanzie ed eventuali costi presenti nel contratto.

Nella scheda sintetica, in particolare, è riportato il costo percentuale medio annuo, un indicatore sintetico ma molto utile: in pratica evidenzia di quanto, per effetto delle spese, ogni anno si riduce il potenziale tasso di rendimento della polizza rispetto a quello di un’altra che, per pura ipotesi, non preveda spese. Questo confronto viene fatto in base a determinate di età del sottoscrittore, importo del premio versato e durata del contratto: il rendimento ipotizzato è pari al 4% annuo. Se quello effettivo sarà più basso, naturalmente, i costi incideranno in misura maggiore, e viceversa.