CLOSE

This website uses cookies. By closing this banner or browsing the website, you agree to our use of cookies. CLOSE

COME FUNZIONA IL SISTEMA PREVIDENZIALE A RIPARTIZIONE

I sistemi di finanziamento dei trattamenti previdenziali sono meccanismi che regolano il funzionamento del sistema pensionistico per garantire l’equilibrio fra entrate e uscite. Attualmente sono due i sistemi di finanziamento applicati: ripartizione e capitalizzazione.

Il sistema a ripartizione, su cui si basa il regime previdenziale obbligatorio nel nostro paese, prevede che con i contributi versati dai lavoratori attivi (ossia da coloro che oggi svolgono un'attività lavorativa) si paghino le pensioni correnti, cioè di chi va in pensione oggi. L'eventuale differenza fra entrate e uscite del sistema pensionistico viene colmata mediante l'intervento dello Stato. Teoricamente questo sistema sigla un patto fra generazioni diverse: quella corrente provvede ai bisogni previdenziali di quella già entrata in pensione, ossia che ha lavorato in passato. In altre parole, i lavoratori in attività, pagando i contributi, ottengono il diritto a ricevere la pensione nel momento in cui si ritireranno dall'attività lavorativa; la pensione sarà pagata dai lavoratori che versano contributi in quello stesso momento.

I principali rischi cui va incontro il sistema a ripartizione sono legati: 1) all'invecchiamento della popolazione, perché in questo modo si riduce il numero dei lavoratori attivi, a fronte di un numero sempre più elevato di persone che vanno in pensione; 2) a un eventuale ristagno dell'economia del paese (come avviene attualmente in Italia), che implica un più ridotto tasso di occupazione e, quindi, una minore possibilità di coprire il fabbisogno previdenziale. Il sistema a ripartizione è tuttavia solo una modalità di gestione delle casse previdenziali che nulla ha a che vedere con i criteri di calcolo della pensione. Infatti, il sistema a ripartizione è utilizzato sia nelle pensioni con metodo di calcolo retributivo sia in quelle con il criterio di calcolo contributivo.